Biotecnologie - Imex Italiana - Prodotti Enologia

Biotecnologie

View as:
  • Maloferm Fruity

    Maloferm FRUITY è un batterio O. oeni, selezionato da Oenobrands, creato appositamente per migliorare il profilo aromatico durante la fermentazione malolattica.

    Le prove svolte su Merlot, in Francia, nella vendemmia 2017, hanno evidenziato  che rispetto ad altre colture di altri batteri in commercio  Maloferm FRUITY:

    • migliora il profilo aromatico complessivo
    • produce maggiori quantità di acetati e di esteri etilici. Quindi conferisce più fruttato, in particolare frutto a nocciolo e vengono prodotti aromi fiorali
    • aumenta la quantità di esteri ramificati ed idrossilati, esaltando gli aromi di frutta rossa o nera (Figura 4).

    Oltre a migliorare significativamente il profilo sensoriale dei vini rossi o bianchi durante la fermentazione malolattica, Maloferm FRUITY può tollerare:

    • temperatura di 15 °C
    • un pH di 3,2
    • concentrazioni di SO2 fino a 50 PPM
    • gradi alcolici fino a 15%

    Maloferm Fruity – Scheda Tecnica

    Leggi tutto
    Confronta
  • Maloferm Plus

    Lanciato per la prima volta nel 2016 Maloferm PLUS esegue la fermentazione malolattica in circostanze difficili.

    Questa cultura di Oenococcus oeni lavora bene in condizioni di stress: basso pH, elevate concentrazioni di alcol, elevata solforosa o basse temperature.

    Questo O. oeni robusto, creato per essere utilizzato nell’inoculo sequenziale (inoculo dopo il completamento della fermentazione alcolica), è molto adatto alle seguenti applicazioni:

    • fermentazione malolattica in condizioni difficili
    • vini senza o con poche caratteristiche diacetile/burrose
    • vini in cui sono preservati il carattere e la freschezza varietali

    Maloferm- Scheda Prodotto

    Leggi tutto
    Confronta
  • Natuferm Bright

    E’ un nuovo attivante a base di lievito autolisato, ricco in amminoacidi liberi, precursori degli esteri e che stimolano la liberazione dei tioli varietali. E’ inoltre ricco in ergosterolo, che aumenta la vitalità del lievito, soprattutto a fine fermentazione alcolica, in condizioni di stress. La sua ricchezza in amminoacidi amplifica la produzione degli aromi tiolici e degli esteri durante la fermentazione di vini bianchi e rosati.

    Dose raccomandata: 30-40 g/hl da aggiungere in una o due volte, all’inoculo ed ad 1/3 della FA.
    La sua ricchezza in amminoacidi amplifica la produzione degli aromi tiolici e degli esteri durante la fermentazione di vini bianchi e rosati.
    L’aggiunta di Natuferm Bright in due volte, all’inizio e poi a 1/3 della fermentazione, permette un importante aumento del fruttato.
    Parallelamente, diminuisce il livello degli acidi grassi, che mascherano gli aromi; si ottiene così un vino ancor più intenso ed aromatico con la doppia aggiunta.

    Leggi tutto
    Confronta
  • Claristar – Stabilizzate e Migliorate

    Disponibile sul mercato dal 2007, Claristar permette di inibire la cristallizzazione del bitartrato di potassio.

    Totalmente solubile nel vino, questo prodotto ha già dimostrato la sua efficacia nella stabilizzazione tartarica dei vini bianchi e rosati. Attraverso le sue mannoproteine specifiche con indice di stabilità tartarica (IST) elevato, Claristar è attivo ed efficace su tutti i vini fermi, anche sui rossi.

    Questi anni di sviluppo e conferme hanno contribuito alla definizione di un metodo analitico di riferimento, che dà la possibilità da un lato di determinare prontamente il livello di instabilità tartarica sia di un vino bianco o rosato, sia di un vino rosso, dall’altro di definire la dose di mannoproteine necessaria per stabilizzare questo vino. Il protocollo di utilizzo conferma, inoltre, tramite analisi, la stabilità ottenuta con il dosaggio determinato.

    La verifica della stabilità tartarica con tale metodo è sicura, semplice ed immediata.

    L’utilizzo di questo prodotto liquido e solubile in vino permette, inoltre, di migliorare le caratteristiche organolettiche: l’espressione degli aromi, la preservazione del colore e dell’acidità naturale.

    I degustatori hanno anche osservato un aumento della sensazione di rotondità e di volume in bocca, oltre al mantenimento della freschezza aromatica durante la conservazione, in modo evidente rispetto alle altre tecniche di stabilizzazione e in particolare rispetto alla stabilizzazione a freddo.

    Claristar – Scheda di Prodotto (IT)

    Leggi tutto
    Confronta
  • Enzimi per Vino Rapidase

    Creati nel 1922 a Seclin, nel nord della Francia, gli enzimi Rapidase® hanno dimostrato la loro utilità nell’accelerare i processi industriali di diverse attività produttive. Rapidase® è stato il primo enzima sviluppato per l’enologia ed è oggi il marchio più conosciuto nel settore.

    Leggi tutto
    Confronta
  • Extraferm

    Agente detossificante per mosto e vino a base di scorze di lievito inodori ad elevata capacità adsorbente.

    Extraferm® consente di ridurre sensibilmente nel mosto e nel vino i composti tossici per il lievito (acidi grassi, pesticidi …) e per l’essere umano (ocratossina A…). Adsorbe anche altri contaminanti del vino (anisoli, TCA, TBA, PCA, TeCA…). I ceppi di lievito utilizzati per Extraferm® hanno una capacità di rilascio di mannoproteine superiore e non cedono alcun odore (di lievito) al vino, anche quando il prodotto è utilizzato a dosaggi elevati.

    Extraferm® – Scheda di Prodotto (IT)

    Leggi tutto
    Confronta
  • Final Touch® GUSTO

    Final Touch® GUSTO

    Per raggiungere la perfezione dei vini rossi.

    Oenobrands – esperta in applicazioni enologiche di mannoproteine – ha sviluppato Final touch GUSTO, una soluzione liquida a base di mannoproteine, formulata per il miglioramento delle qualità dei vini rossi.

    Final Touch GUSTO nei vini rossi amplifica notevolmente l’intensità aromatica, la finezza, la freschezza e riduce l’astringenza dei tannini.

    Grazie alle proprietà di colloide protettore delle mannoproteine che lo compongono, Final touch GUSTO contribuisce alla stabilità tartarica del vino.

    Final touch GUSTO, proposto in forma liquida, agisce istantaneamente ed il suo effetto è persistente nel lungo termine.

    Final Touch GUSTO è solubile nel vino e può essere aggiunto direttamente a dosi comprese tra 10 e 40 ml/hl. Il prodotto va addizionato omogeneamente al vino prima della filtrazione finale e dell’imbottigliamento.

    Final touch GUSTO – Scheda di Prodotto

    Leggi tutto
    Confronta
  • Final touch® POP

    Per raggiungere la perfezione dei vini effervescenti

    Oenobrands – esperta in applicazioni enologiche di mannoproteine – ha sviluppato Final touch POP, una soluzione unica a base di mannoproteine, liquide formulata specificamente per il miglioramento della qualità dei vini effervescenti. Final touch POP apporta intensità aromatica e morbidezza a partire dal momento dell’aggiunta e durante tutta la vita del vino in bottiglia; è stato constatato, infatti, che i vini trattati con Final touch POP beneficiano di un potenziale prolungato di commercializzazione proprio in virtù di una maggiore freschezza aromatica, una preservazione della mineralità e degli aromi fermentativi così come di un’attenuazione dei composti aromatici di tipo ossidativo.

    Grazie alle proprietà peculiari delle mannoproteine che lo compongono, Final touch POP contribuisce all’equilibrio colloidale dei vini, ne permette una struttura più equilibrata ed un miglioramento della qualità della spuma. Final touch POP, proposto in forma liquida, agisce istantaneamente ed il suo effetto è persistente nel lungo termine.

    Final touch POP si impiega immediatamente prima dell’imbottigliamento nei vini frizzanti e spumanti ottenuti con il metodo Charmat/Martinotti.

    Final touch POP (IT)

    Leggi tutto
    Confronta
  • Final touch® TONIC

    Final touch® TONIC

    Per raggiungere la perfezione nei vini bianchi e rosati

    Oenobrands, esperto mondiale di mannoproteine e delle loro applicazioni in enologia, ha sviluppato Final touch TONIC, soluzione a base di mannoproteine, estratte da un specifico ceppo di Saccharomyces cerevisiae, ideata per conservare la freschezza aromatica iniziale di bianco e vini rosati.

    Final touch TONIC preserva la qualità dei vini bianci e rosati nel tempo: questa soluzione contenente mannoproteine selezionate per il loro potere riducente e la capacità di agire da colloide protettore.

    Gli effetti immediati e duraturi riscontrabili sul vini fermi sono:

    • Maggiore freschezza e meno aromi ossidativi
    • Migliore intensità aromatica e un più pronunciato gusto
    • Più finezza e migliore qualità organolettica.

    Inoltre, Final touch TONIC previene l’invecchiamento precoce di aromi del vino e può prolungare la durata potenziale di conservazione del vino. Gli effetti positivi de Final touch TONIC sono visibili a dosi medie di 20-50 ml/hl si impiega immediatamente prima dell’imbottigliamento.

    Final touch TONIC – Scheda di Prodotto

    Leggi tutto
    Confronta
  • In-Line Ready

    Un’altra soluzione enologica di avanguardia di Oenobrands l’aggiunta dei lieviti non è mai stata così semplice! Un modo rivoluzionario ed innovativo di inoculare i lieviti.

    • Semplice, veloce ed affidabile;
    • Risparmia il tempo prezioso degli enologi durante l’indaffarata stagione vendemmiale;
    • Permette un’aggiunta di lieviti replicabile, che migliora notevolmente la regolarità del lavoro di cantina.
    Leggi tutto
    Confronta
  • Lieviti da vino Fermivin

    Per la sicurezza della fermentazione

    Con la gamma Fermivin®, l’enologo controlla la fermentazione alcolica e si tutela da ogni tipo di incertezza o problema. La maggior parte dei ceppi della gamma Fermivin® è stata selezionata e commercializzata utilizzando la conoscenza e l’esperienza nel settore biotecnologico di Oenobrands e con l’appoggio di istituti riconosciuti nel mondo, quale l’Istituto Francese per la Ricerca Agronomica. (I.N.R.A). Questi ceppi di lievito presentano innegabili vantaggi in termini di qualità e cinetica di fermentazione e di conversione zuccheri/alcool e producono una minima schiuma, bassa acidità volatile e ridotti gusti anomali.

    Leggi tutto
    Confronta
  • Maxaferm

    Bioregolatore di fermentazione. Attivante di fermentazione e nutrimento completo per lieviti

    I problemi che insorgono al termine delle fermentazioni (rallentamento o arresto) sono dovuti ad una diminuzione della vitalità del lievito che può essere causata da diversi fattori:

    • Carenza nutrizionale (tiamina, azoto assimilabile),
    • Scarsa permeabilità della membrana del lievito (dipendente dal basso contenuto in steroli e in acidi grassi a lunga catena),
    • Presenza di inibitori (tracce di antiparassitari, alcool, acidi grassi C8-C12),
    • Sbalzi termici.

    La molteplicità di questi fattori rende difficile prevedere gli esiti di fermentazione. Maxaferm®, attivante basato su lievito inattivato, tiamina e sali di ammonio, rappresenta una soluzione preventiva globale:

    • La tiamina ed i sali di ammonio attivano la crescita ed il metabolismo del lievito,
    • Le scorze di lievito sono una fonte di azoto assimilabile (amminoacidi), di steroli e di acidi grassi a lunga catena. Rinforzano il lievito al termine della fermentazione e svolgono un ruolo protettivo fissando gli acidi grassi C8- C12.

    Maxaferm® – Scheda di Prodotto (IT)

    Leggi tutto
    Confronta
  • Natuferm

    Sostanza nutriente per i lieviti composta al 100% da lieviti inattivati,, ricca in azoto organico e in microelementi.

    Natuferm è una sostanza nutriente per lieviti, specifica per la prima fase della fermentazione alcoolica. La sua grande ricchezza in oligoelementi e in azoto sottoforma di amminoacidi direttamente assimilabili favorisce una popolazione di lieviti sani. Con una buona gestione delle condizioni di fermentazione (torbidità e temperatura), Natuferm permette un aumento della produzione di esteri aromatici fermentativi. Natuferm è un preciso strumento di controllo delle fermentazioni in funzione delle necessità e degli obiettivi di ogni partita vinificata e di ogni annata. Con Natuferm l’enologo potrà, all’inizio della fermentazione, aggiungere azoto organico sottoforma di amminoacidi liberi e peptidici, tiamina secondo necessità e dopo 2 o 3 giorni, se occorre, completare la nutrizione azotata con sali d’ammonio.

    Natuferm è facilmente disperdibile in acqua o in mosto. Questa proprietà unica rende il suo uso estremamente semplice. La sua composizione favorisce l’efficacia di fermentazione e contribuisce attivamente all’ottenimento di vini con eccellente qualità aromatica ed analitica.

    Natuferm® – Scheda di Prodotto (IT)

    Leggi tutto
    Confronta
  • OE Zskin – Enzima pectolitico per la macerazione

    Composizione
    OE Zskin è un preparato enzimatico pectolitico granulare, esente da attività cinnamil esterasica (FCE).
    Contiene un giusto rapporto tra le varie attività pectolitiche (Poligalatturonasi, Pectinmetil esterasi, Pectin liasi) che, abbinate alle sue attività secondarie, lo rende particolarmente efficace nel degradare le frazioni pectiche delle parti solide (residui delle bucce) dei mosti. Inoltre la presenza di attività secondarie in grado di degradare la struttura della parete cellulare, garantisce un maggior rilascio delle sostanze presenti all’interno della cellula, come alcune sostanze aromatiche e polisaccaridiche.
    Il particolare ed unico metodo di produzione, su substrato solido, conferisce a OE Zskin una attività enzimatica particolarmente elevata (130.000 AJDU a pH 3,5) e stabile.

    Caratteristiche
    OE Zskin è attivo anche a temperature basse (fino a 8 °C) e a pH prossimi a 3,0.
    Per questo è in grado di favorire la chiarifica dei mosti di uva bianca in tempi brevi.
    Le attività secondarie presenti aiutano notevolmente nella sedimentazione della frazione pectica in vitigni “difficili” (Moscati, Trebbiani) e in annate siccitose, quando le pectine si presentano di più difficile precipitazione.
    Queste sue caratteristiche offrono alcuni vantaggi pratici:
    – usato sull’uva favorisce il rilascio di sostanze aromatiche dalla buccia;
    – chiarifiche complete;
    – tempi brevi di sedimentazione, quindi risparmio di frigorie;
    – miglior filtrabilità del vino.
    Dosi e modalità di impiego
    Aggiungere sulle uve in tramoggia, mediante un aspersore o in linea sotto la pigiadiraspatrice, prima della
    pressa. Sciogliere 1-2 g/hl di OE Zskin in 10 volumi di acqua o mosto a 20 °C agitando. Distribuire
    omogeneamente la soluzione ottenuta.
    Non impiegare chiarificanti contenenti bentonite o sol di silice per almeno 3 ore.
    Confezioni e conservazione Barattoli da 250 g, , barattoli da 500 g, barattoli da 1 Kg.
    Nella sua confezione integra OE Zskin mantiene la sua attività per 36 mesi.
    Conservare in luogo fresco e asciutto.

    Leggi tutto
    Confronta
  • OE Zrouge – Enzima pectolitico

    Enzima pectolitico per aumentare ed accelerare l’estrazione del colore
    Composizione
    OE Zrouge è un preparato enzimatico ad attività pectolitica con abbondanti attività secondarie
    (emicellulasiche, arabanasiche) .
    E’ esente da attività antocianasica grazie al metodo di produzione su substrato solido, che
    permette di evitare la formazione di questa attività secondaria dalle deleterie conseguenze sulla stabilità del colore.
    Ha un attività elevata, 156.000 AJDU determinata a stabilizzata a pH 3,5.

    Caratteristiche
    OE Zrouge grazie al suo pool di attività enzimatiche viene applicato in macerazione, per
    accelerare e aumentare l’estrazione degli antociani della buccia.
    Svolge la sua azione grazie all’attività pectolitica e alle sue attività secondarie:
    – emicellulasica: per facilitare il rilascio dei tannini legati ai polisaccaridi e alla parete e membrana delle cellule della buccia;
    Nelle uve con un rapporto antociani tannini squilibrati, aumentando la frazione cromatica, può contribuire a migliorarlo.
    OE Zrouge mantiene inalterata la sua attività fino a oltre 60 °C, per questo si può impiegare con ottimi risultati in schemi di vinificazione con temperature elevate e macerazioni brevissime. Infatti l’enzima, a temperature elevate, svolge la sua azione in poche ore.

    Dosi e modalità di impiego

    Sciogliere in acqua o mosto in rapporto 1/10
    Aggiungere direttamente sulle uve mediante un aspersore o sotto la pigiadiraspatrice alla dose di 1-2 g/100 kg di uva.
    Può essere aggiunto alla fine del riempimento del fermentino direttamente sul “cappello”, prima di un rimontaggio.
    Confezioni e conservazione
    Barattoli da 250 g, barattoli da 500 g, barattoli da 1 Kg.
    Nella sua confezione integra OE Zrouge mantiene la sua attività per 36 mesi.
    Conservare in luogo fresco e asciutto.

    Leggi tutto
    Confronta

1–15 di 73 risultati